Quante volte ti capita di alzarti al mattino più stanco di quando sei andato a dormire?

Spesso mal di testa, congestione nasale ma anche quel fastidioso senso di malessere, sono causati da una camera da letto malsana.

Polvere, acari e batteri sono i principali responsabili di un cattivo riposo, causano al risveglio anche malumore, la soluzione è molto più semplice di quella che immagini, bastano piccole accortezze per riposare con serenità.

Ecco qualche consiglio utile per trasformare completamente la camera da letto in un luogo salutare per sonni tranquilli.

Non serve stravolgere l’arredo o acquistare suppellettili costosi, basta solamente intervenire cambiando qualche cattiva abitudine.

camera da letto salutare

La posizione del letto, cuscini e materassi

Il materasso è ovviamente l’elemento fondamentale per riposare al meglio, si consiglia infatti di acquistare quello più in linea con le proprie abitudini e necessità.

Coloro che soffrono di problemi e dolori posturali potrebbero preferire un materasso in memory che accoglie l’ergonomia del corpo e favorisce la salute della schiena, aiutando a mantenere la postura corretta anche a letto.

 

Stesso discorso per i cuscini, ottimi in memory per prevenire i dolori legati alla cervicale o ai problemi posturali.

Federe e lenzuola dovrebbe essere composte da fibre naturali come seta o cotone che rendono il sonno migliore e lavati spesso.

La rete ortopedica è essenziale per il riposo, sostenendo il materasso consente la posizione migliore per conciliare il sonno.

igiene camera da letto

L’importanza della cromoterapia

Non tutti sanno che anche il colore delle pareti e dell’arredo può disturbare il sonno se troppo forte o comunque non armo-cromatico.

La cromoterapia può essere davvero molto utile per riposare al meglio, ecco perché è bene prediligere colorazioni neutre o comunque chiare che favoriscono il relax.

Via libera quindi a colori come beige, marroncino, tortora, azzurro, violetto o ancora verde acqua.

Piante in camera da letto: sì o no?

Chi l’ha detto che le piante in camera da letto non si devono tenere?

Dipende tutto dal tipo di piante scelte.

Innanzitutto bisogna preferire quelle che non richiedono troppo acqua, avendo cura di pulire spesso i sottovasi e mantenere il terriccio asciutto, altrimenti potrebbe richiamare insetti e zanzare che disturbano il sonno.

Piante come le orchidee danno un tocco davvero elegante alla stanza da letto e conciliano il sonno, possono essere posizionate lontano dal letto sul comò.

Infine, tenere dei mazzolini di lavanda o cotone può conciliare il sonno grazie al gradevole odore rilassante che la pianta emana.

Animali domestici in camera

Alcuni preferiscono che i loro animali domestici non entrino in camera, altri ancora posizionano delle ceste ai piedi del letto o addirittura li lasciano dormire con loro.

Questa è una scelta personale, non ci sono infatti controindicazioni o problemi legati all’igiene; l’unica accortezza è legata al riposo di chi soffre di allergie.

In quest’ultimo caso infatti si deve prestare molta attenzione alle pulizie, aspirando quotidianamente polveri e peli di animale e pulendo ogni angolo della stanza in profondità.

Pulizia e igiene

La pulizia in camera da letto è essenziale per favorire il buon riposo; la cosa più importante è senza dubbio areare la stanza così da evitare la formazione di muffe e l’annidarsi di acari e batteri.

Aprire le finestre appena svegli e anche prima di andare a dormire è importante, il ricambio d’aria ossigena la stanza e rende l’aria più respirabile.

Le tende devono essere lavate spesso e inoltre dovrebbero essere sottili così da lasciar passare un po’ di luce al mattino per un risveglio piacevole e sereno.

Per quanto riguarda i tappeti, chi soffre di allergie dovrebbe evitare di posizionarli in camera, oppure avere cura di passare l’aspirapolvere per evitare che si annidi la polvere, lasciandoli all’aperto a prendere aria, quando possibile.

Arredamento

I mobili dovrebbero essere essenziali, evitare gli assembramenti inopportuni che rendono la stanza opprimente.

Le superfici lisce inoltre aiutano una più facile pulizia.

Per tenerla in ordine e con meno oggetti da valutare è il letto contenitore, comodo e pratico salvaspazio per le piccole stanze.

Tecnologia in camera

Meglio non tenere dispositivi elettronici all’interno della stanza come la tv, anche gli smartphone dovrebbero essere riposti lontano dal letto perché diffondono onde elettroniche, quando si guarda anche solo l’orario di notte o arriva un messaggio silenzioso causano dei micro-risvegli.

La temperatura della stanza

La temperatura in camera da letto influisce molto sulla qualità del sonno.

Dormire in un ambiente fresco apporta numerosi benefici, il fresco infatti stimola la produzione di melatonina: l’ormone del buonumore.

D’estate è importante evitare l’abuso del condizionatore, ma areare la stanza e prediligere tende spesse che impediscono ai raggi solari di scaldare troppo l’ambiente, mantenendo un ambiente fresco.

Condividi