Il materasso antiacaro è ideale per chi è allergico alla polvere.

In realtà gli acari non sono presenti solo nei depositi che possono accumularsi in camera da letto, ma si nutrono di pelle morta, capelli, forfora, che il nostro corpo rilascia naturalmente.

Se anche tu hai questo problema ecco alcuni utili consigli sul come e sul perché scegliere un materasso anallergico e antiacaro.

materasso anallergico antiacaro

Cosa sono gli acari

materasso antiacaro

Almeno il 25% della popolazione mondiale è soggetto a vari tipi di allergie, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, e tra queste c’è anche quella agli acari.

È nota soprattutto come allergia alla polvere, ma non è una definizione esatta, in quanto questi microscopici insetti, invisibili ovviamente all’occhio umano, vivono proprio nel tuo materasso, nel tuo cuscino, nei piumoni.

Il luogo dove dormi, insomma, potrebbe essere una vera fonte di disagio, considerando che ci trascorri almeno un terzo della tua giornata.


L’allergia agli acari può essere combattuta scegliendo un buon materasso antiacaro e questo dipende molto dal materiale con cui è stato fabbricato.

Perché scegliere un materasso antiacaro

La scelta di un materasso antiacaro diventa necessaria quando si creano quelle condizioni per cui l’allergia non ti lascia riposare e, anzi, arriva a crearti anche problemi respiratori.


allergia acariMolte volte la roncopatia (il russamento notturno) e gli attacchi di asma, dipendono proprio dalla carica di acari presenti nel tuo letto.


Sembra impossibile che questi insetti invisibili possano creare tanti problemi, ma in realtà è il loro numero a portare tali fastidi.


È stato verificato che in un materasso che non sia antiallergico e che ha solo 2 anni di vita potrebbero trovarsi fino a 10 milioni di questi esemplari.


Se hai questa allergia non puoi che correre ai ripari, evitando altri problemi.
Scegliere un materasso antiacaro e che sia stato tecnologicamente progettato per essere repellente a questi insetti è la soluzione per un sano riposo.

Come scegliere un materasso antiacaro

Scegliere un materasso anallergico e antiacaro significa passare in rassegna diverse possibilità, specie per quanto riguarda i materiali e la struttura.

Il primo criterio di scelta che devi considerare è che gli acari si annidano nei materassi e nei tessuti, ecco il motivo per cui il tuo prossimo materasso deve essere di un materiale che abbia una buona traspirazione.

ergosoft copertina

Questi insetti, infatti, proliferano dove ci sono le condizioni climatiche e ambientali favorevoli, quali un’umidità superiore al 60%, che può portare anche alla formazione di muffe e una temperatura tra 20° e 25°.

La traspirazione è fondamentale perché il nostro corpo produce calore e quindi anche umidità.

Materassi anallergici ideali contro gli acari sono, tra gli altri, gli schiumati espansi ad acqua e sono tra quelli più efficaci per la tua allergia agli acari. 

 

Il materasso in silver è un altro prodotto nato dalla moderna tecnologia, destinata a migliorare il sonno di chi soffre di diverse allergie, oltre a quella verso questi parassiti.

Al suo interno è presente una fibra artificiale mescolata a fili d’argento, che ha notoriamente delle proprietà antistatiche e antimicrobiche. Meno polvere si deposita all’interno del materasso e meno possibilità avranno gli acari di proliferare.

Oltre a questi pregi, l’argento è noto anche per gli effetti antalgici e per la capacità di distribuire uniformemente il calore, mantenendo una temperatura costante.

logo triogen registratoUno dei materassi che puoi scegliere per contrastare il problema dell’allergia agli acari è quello in Triogen.

Il materiale di cui è composto è una nuova tecnologia che non è tossica per l’uomo.

Risulta più leggero rispetto agli altri tipi di materassi e ha quindi ottime proprietà antiacaro e anallergiche in generale.

Lo stesso si può dire della sua capacità di lasciar traspirare la pelle, che è tra le più apprezzate.

 

Le molle insacchettate evitano che ci sia troppo spazio tra loro, con un effetto antiacaro molto efficace, oltre che traspirante.

 

Altre caratteristiche dei materassi anallergici e antiacaro

È giusto informarti che è impossibile eliminare completamente gli acari dalla tua abitazione, ma puoi diminuire sensibilmente il loro numero per affrontare l’allergia.

Per questo è importante anche il rivestimento del materasso.

Puoi scegliere quelli con federe che hanno subito un trattamento antiacaro e che possano essere periodicamente lavate in lavatrice.

La temperatura di lavaggio ideale è a 60°, contestualmente alle informazioni riportate sull’etichetta.

Il rivestimento del materasso anallergico, dunque, deve essere necessariamente sfoderabile.

Puoi anche scegliere di eseguire tu stesso un trattamento antiallergico periodico al materasso, come ai cuscini e ai piumoni.

In questo modo potrai assicurarti l’igienizzazione sul lungo periodo.

 

Areare la camera da letto spesso è un buon modo per mantenere nel tempo le caratteristiche di questi materassi, in quanto gli acari in superficie non sopportano la luce.

Evita anche di posizionare il letto su una parete perimetriale esterna, potenzialmente umida.

Condividi