Si stima che quasi la metà della popolazione soffre di insonnia, compresi i problemi nell’addormentarsi e i risvegli notturni.

Tra le cause principali c’è il mal di schiena e una delle soluzioni più efficaci è l’acquisto di un nuovo materasso che, sia esso duro o morbido, possa contribuire ad alleviare il dolore spesso invalidante e donare così benessere e riposo salutare.

materasso duro o morbido

Vecchie credenze smentite

Se soffri di mal di schiena e cerchi un materasso che ti aiuti ad alleviare i dolori, ti ritroverai davanti al dilemma: materasso duro o morbido?

 

La risposta non è così scontata:

la certezza è che la convinzione secondo la quale serve un materasso rigido è assolutamente sbagliata.

Pensa che si credeva talmente fermamente in questo che si usava mettere nel materasso una tavola di legno, pensando di renderlo addirittura ortopedico.

 

In realtà non è così, come ha accertato una ricerca spagnola pubblicata nel 2003 sulla rivista scientifica “The Lancet”.

Un materasso deve garantire un sonno ristoratore e un risveglio senza dolori: per far questo la colonna vertebrale deve mantenere la sua curva a S, ovvero la sua lordosi naturale, se si dorme a pancia in su, mentre, se dormi su un fianco, la spalla e il fianco devono affondare dolcemente nel materasso, così che la colonna vertebrale si allinei.

Il materasso rigido

Il materasso con portanza rigida ha il pregio di sostenere ottimamente il corpo in ogni sua parte e permette un corretto allineamento della colonna vertebrale.

Questo tipo di supporto inoltre migliora la circolazione sanguigna e garantisce, durante il suo uso nel corso della notte, una rigenerazione dei vasi sanguigni, dei tessuti connettivi, ma soprattutto dei dischi vertebrali dal cui benessere dipende la comparsa o meno del mal di schiena.


Questo discorso però vale per i materassi a rigidità media che non creano deformazioni e fastidiose gobbe.

Per valutare la rigidità di un materasso, valuta i parametri di densità, in una scala da 1 a 10, la rigidità media si attesta tra 5 e 7.


Questa valutazione è importante perché un materasso troppo rigido non accoglie il corpo, ma crea dolenti punti di pressione in particolare a carico della spina dorsale, accentuando il mal di schiena.

 

Alla luce di questo, il materasso mediamente rigido è consigliato se ti muovi molto nel sonno e se hai un peso corporeo importante in modo che il tuo corpo possa essere adeguatamente sostenuto e non affondare nel supporto.

 

Anche se dormi a pancia in giù devi optare per un materasso a rigidità media, affinché il petto non si infossi dando vita a problemi respiratori e ad alterazioni della colonna vertebrale.

La “Kovacs Foundation” di Palma di Maiorca ha fatto un esperimento su persone che soffrivano di mal di schiena non causato da altre patologie.

I risultati hanno evidenziato in questi soggetti notevoli benefici in seguito all’utilizzo di un materasso a rigidità media, riducendo drasticamente l’assunzione di farmaci.

Il materasso morbido e la prova “con mano”

Il materasso morbido, così come quello rigido, può ovviare al mal di schiena solo se si plasma attorno alla spina dorsale.

Se è troppo morbido infatti manca sostanzialmente un supporto alla colonna vertebrale e al peso corporeo, con la conseguenza che i dolori alla schiena invece che attenuarsi si intensificano.


Se sei esile di corporatura e pesi poco, scegli un materasso morbido perché questo non cede troppo e non si deforma.
Nonostante questi consigli, bisogna considerare che non tutte le schiene sono uguali, così come le abitudini nel dormire sono assai varie.

 

Per questo motivo recati in un negozio di materassi e provali, stendendoti su di loro, assumendo le posizioni che tieni naturalmente durante il sonno.

Dopo di che mettiti supino e passa una mano dietro la schiena, precisamente sotto la zona lombare: se riesci a far passare facilmente la mano in questo spazio vuol dire che il materasso è eccessivamente rigido, mentre se non passa affatto vuol dire che il materasso è troppo morbido e non supporta il tuo corpo.

 


Al giorno d’oggi, però, non parliamo più d
i materasso duro e morbido, ma del materasso perfetto per le tue esigenze.

Le tecnologie hanno fatto salti da gigante e i materiali innovativi sono in continua evoluzione, per questo la cosa migliore a lasciarsi consigliare da esperti consulenti del riposo che ti indirizzano verso il materasso adatto a te e ai tuoi bisogni.

Il mal di schiena: non solo materasso

Il mal di schiena è uno dei malanni che affligge ormai il 90% della popolazione ripercuotendosi, tra gli altri ambiti della vita, anche sul sonno.

Il dolore può manifestarsi nella parte medio-posteriore, in quella sacrale traducendosi nella nota coccigodinia e in quella lombare: quest’ultima è quella più diffusa e particolarmente invalidante visto che è la zona che sostiene in gran parte il corpo.


Nel pensare a una soluzione, la prima cosa che ti verrà in mente è ricorrere a una terapia farmacologica: in realtà il problema alla colonna vertebrale si ripresenterà se non hai un materasso adeguato, una rete ortopedica e un cuscino cervicale.


La rete ortopedica esalta le potenzialità di un materasso, dona un sonno sereno, favorisce la circolazione sanguigna e dona riposo alla muscolatura. È formata generalmente da doghe in legno e da cursori regolabili per supportare meglio alcune zone come le spalle e il bacino.


Non sottovalutare poi il ruolo del cuscino: opta per un guanciale anatomico che sostenga la parte più delicata della colonna vertebrale, ovvero il tratto cervicale.

Condividi