Se fai un lavoro sedentario, trascorri molte ore davanti al computer o dormi male, avrai sicuramente sofferto di dolori cervicali. La colpa è della postura scorretta che assumi involontariamente per un tempo prolungato. La zona del collo è indolenzita e dolorante perché le vertebre del tratto cervicale sono state sottoposte a una compressione innaturale che le irrigidisce.

Per alleviare questi dolori puoi utilizzare dei cuscini ergonomici.

Quanti modelli esistono e qual'è il migliore?

cuscino cervicale

Cosa sono i dolori cervicali e come si manifestano

Per scegliere il cuscino più adatto alle tue esigenze, innanzitutto devi capire qual è la patologia che ti ha colpito. Infatti, non esiste un solo tipo di cervicale per cui non puoi comprare un unico cuscino. Può esserti utile un guanciale flessibile o al contrario uno rigido. Il fisiatra o il tuo medico di fiducia sapranno consigliarti quello più adatto dopo un’accurata visita.

cervicale cuscino graficoLa zona del collo risulta molto sensibile perché qui passano tutti i nervi che collegano la colonna vertebrale alla testa.  

Le cause possono essere tante: un trauma, un’osteoartrite, un sovraccarico improvviso, un colpo di freddo, un eccesso di attività fisica.

Tuttavia, la maggiori parte delle volte, i dolori cervicali sono da imputare a una postura scorretta mantenuta per un lungo periodo di tempo quando sei alla scrivania o davanti al monitor del computer oppure a un modo di dormire sbagliato da imputare a un materasso o un cuscino inadatto.

Quando il dolore alle vertebre cervicali diventa intenso, si avverte malessere alla testa, ma anche a tutti gli arti superiori con ripercussioni che mai avresti immaginato. Durante la giornata potresti accusare nausea, vomito, cefalea, vertigini, dolore alla scapola, difficoltà a deglutire, mobilità ridotta a un braccio, formicolio, indolenzimento e perfino problemi alla vista e all’udito.

grafico posizione cuscinoSicuramente avrai sentito dire che il materasso per dimensione, portanza e comfort è fondamentale per un riposo ristoratore.

Il cuscino non è da meno: è altrettanto determinante per la qualità del sonno.

Per questo è importante orientarsi su un cuscino di qualità, soprattutto se hai un malessere persistente al collo. Non solo il giusto cuscino allevia il dolore, ma mantiene il collo nella posizione corretta per tutta la notte favorendo il processo riabilitativo.

La struttura, la forma e il materiale sono studiati appositamente per garantire un sano riposo.

Come anticipato, in vendita si trovano tanti modelli diversi, come fai a sapere quello che ti serve? Ecco una breve guida utile.

La differenza tra un cuscino a saponetta e un cuscino per cervicale

Forse ti stai chiedendo qual è la differenza tra il guanciale a saponetta che hai sul letto e quello per la cervicale .

Vediamola insieme.

Il cuscino saponetta
Si chiama guanciale saponetta perché la sua forma ricorda quella della comune saponetta per il viso. Ha una sola forma: ergonomica per adattarsi a qualunque posizione del sonno. È traspirante, antiacaro e garantisce la regolazione della temperatura e dell’umidità trattenendo l’eventuale sudore notturno. 

Il cuscino per la cervicale
Al contrario del guanciale “standard”, il cuscino per cervicale deve avere diverse forme perché esistono differenti tipi di cervicale. Un buon guanciale per la cervicale deve espletare le sue proprietà ortopediche. Non di meno conserva una certa elasticità. È sempre realizzato con i migliori materiali disponibili sul mercato.

I diversi modelli di cuscini cervicali

I cuscini per la cervicale si dividono in due categorie principali: per un uso orizzontale, cioè a letto o su un divano e per un uso verticale cioè quando sei seduto, ad esempio quelli da viaggio o da lavoro.

Le forme del cuscino cervicale da letto
· Ergonomico se serve a correggere la postura del collo durante i momenti di sonno
· Ondulato e sagomato se serve per favorire la circolazione sanguigna

Il cuscino per la cervicale in memory foam lavora secondo lo stesso principio del materasso memory foam. Si adatta al corpo umano grazie alla sua pressione. In pratica prende la forma del collo e della testa per i secondi in cui sono poggiati sul cuscino e ritorna alla forma originale quando si cambia lato. Questo materiale assicura un’immediata sensazione di benessere e sollievo.

Grazie alle nuove tecnologie oggi ci sono anche i cuscini lavabili in lavatrice.

Come avrai capito, il cuscino migliore è quello più adatto alle tue esigenze.

Condividi