Una delle incombenze più faticose per le casalinghe è la pulizia di primavera, richiede molto tempo ed energie, ma permette di avere una casa pulita ed igienizzata.

Organizzando bene le varie cose da fare, è possibile eseguire pulizie profonde in poco tempo e in maniera efficiente.

La tecnica che funziona meglio è sicuramente quella di dedicarsi ad una stanza per volta, così da iniziare e finire ogni ambiente senza lasciare nulla a metà.

Fare le pulizie di primavera, significa arieggiare la stanza ed eliminare non solo la polvere prodotta da termosifoni e stufe, ma anche lo sporco più profondo, arieggiando stanze e complementi d’arredo grazie al clima mite che permette di tenere aperte porte e finestre.

pulizie di primavera camera da letto

Le pulizie in camera da letto

Con l’arrivo della primavera, si possono fare tutte le cose trascurate durante l’inverno, il bel tempo ed il sole consentono di tirare fuori le energie necessarie per affrontare il compito più difficile; lavare tende, tappeti e far respirare i materassi.

Se infatti durante l’inverno le pulizie in salotto ed in cucina si eseguono sempre, per la camera da letto è un po’ più difficile, perché con le giornate più corte e l’umidità lavare lenzuola, materassi e tende non è proprio semplice.

 

Trascurare la camera da letto è un errore perché dormire in un ambiente non pulito a fondo non fa bene alla salute.

Non bisogna dimenticare infatti che un terzo della giornata la passiamo a letto a riposare.

Numerosi studi scientifici confermano infatti che chi riposa in un ambiente pulito e igienizzato va incontro a meno problemi di salute come le allergie.

Come fare le pulizie di primavera in camera da letto

L’arrivo delle temperature più miti coincide con la possibilità di poter togliere piumini e coperte pesanti e sfoderare copriletti leggeri e colorati.

Il primo step delle pulizie consiste quindi nel togliere tutto ciò che va sostituito e lavato, in primis tende, tappeti ed la biancheria da letto.

Le tende saranno piene di polvere dopo diversi mesi, anche a causa dei riscaldamenti, perciò prima di lavarle è consigliato lasciarle fuori per qualche ora al sole.

Stesso discorso per i tappeti che vanno sbattuti all’aperto, ed il piumone.

In seguito si potrà lavarli in lavatrice oppure in lavanderia in base alle indicazioni di lavaggio presenti nell’etichetta.

pulizie di primavera

 

Come pulire il materasso
Soprattutto il materasso accumula sporco nonostante sia protetto da diversi strati di tessuto, già il fatto che si suda di notte li sporca.

Per evitare di rovinarlo si sconsiglia l’utilizzo di detergenti e altri prodotti simili; la cosa migliore sarebbe lavare la parte eterna se si tratta di un materasso sfoderabile e aspirare con l’aspirapolvere l’intera superficie da entrambi i lati, lasciandolo poi un po’ all’aria aperta e al sole ad arieggiare.

Anche i cuscini se sono sfoderabili possono essere puliti lavando in lavatrice la fodera e aspirando l’interno.

Chi ha l’apposito elettrodomestico potrebbe anche pulire materasso e cuscini con il vapore, questo strumento infatti elimina batteri e acari della polvere senza rovinare i tessuti.

 

Leggi anche: Perché e come arieggiare il materasso per il mantenimento e l’igiene?

 

Pulire letto e comodini
Tolto il materasso si può procedere alla pulizia profonda delle doghe, con un panno umido ed un detergente per legno, testiera e fasce laterali che non sono raggiungibili facilmente e su cui spesso si accumula la polvere.

Se il letto ha il cassettone è il momento ideale per pulirlo bene con l’aspirapolvere in tutti gli angoli.

I comodini, le lampade e tutto ciò che si trova in prossimità del letto deve essere spolverato bene e igienizzato.

Il vapore anche in questo caso può essere molto utile e comodo per velocizzare le procedure e sanificare a fondo.

 

Pulire armadi, lampadari e scarpiere
Pulire l’armadio esternamente è facile, basta avere una scala a portata di mano per pulirne la parte superiore e posizionare magari della carta di giornale per proteggere il legno.

Ti sconsiglio di effettuare il cambio di stagione e la pulizia interna dell’armadio lo stesso giorno in cui ti dedichi alle grandi pulizie di primavera, sarebbe meglio farlo prima o dopo perché altrimenti non riusciresti a finire in giornata e a sera arriveresti troppo stanco.

Potresti proseguire con la pulizia dei lampadari, che di solito vengono trascurati ma anche a causa del calore prodotto dalla luce delle lampadine attirano moltissimo sporco e insetti. Sarebbe meglio smontarli e lavarli all’aria aperta con acqua corrente per poi lasciarli asciugare al sole.

 

La pulizia delle finestre
Pulire le finestre, una volta tolte le tende, è velocissimo, basta passare un prodotto dedicato per disinfettarle in maniera accurata.

Anche i bastoni delle tende richiedono una pulizia profonda dopo un anno, se è possibile si dovrebbero staccare e pulire per bene lasciandoli asciugare all’aria aperta.

 

I pavimenti
Quando finalmente è tutto pulito, si aspira a fondo il pavimento e si lava bene.

Sarà possibile rimontare le tende e sistemare il letto con tutti i suppellettili adatti alla nuova stagione e, infine, godersi la camera pulita, profumata e riposare in tutta salute e benessere.

Condividi