Skip to content

Gli acari del letto come combatterli? Ecco alcuni consigli

Nell’era delle allergie e delle intolleranze, una minaccia sempre più rilevante sono gli acari: si tratta di piccoli animali che hanno delle dimensioni microscopiche e quindi non visibili, sono simili ai ragni.

Chi è allergico agli acari deve seguire una serie di accortezze nella sua vita quotidiana, proprio perché significa essere allergici alla polvere, che si annida letteralmente ovunque.

Si tratta di una vera e propria minaccia perché si riproducono molto facilmente e si cibano di varie desquamazioni umane, quali forfora, capelli, resti di cute e così via. In realtà, non tutti gli acari possono essere considerati nocivi: alcuni sono effettivamente innocui, mentre altri possono portare a sviluppare delle vere e proprie allergie ed è proprio a questi ultimi che bisogna prestare più attenzione. Infatti, sono proprio gli acari “cattivi” che sono in grado di rilasciare oltre 20 tipi di sostanze allergizzanti, che hanno una conseguenza diretta sulla salute dell’uomo.

acari del letto

Allergia acari: dove si nascondono

Proprio perché la loro dimensione è microscopica, è praticamente impossibile vedere gli acari e sconfiggerli del tutto.

Il problema sta proprio nel fatto che gli acari si nascondono negli ambienti interni, principalmente nelle camere da letto (prediligendo materassi e cuscini), nei divani, nelle poltrone, o ancora nella moquette.

 

La cosa più inquietante è che in un materasso si possono celare da 100 mila a 10 milioni di acari, un vero e proprio inferno per coloro che ne sono allergici.

Ma come puoi accorgerti realmente che hai degli acari in casa? Dal momento che vederli è impossibile, bisogna ricorrere ad altri metodi; per esempio, se in casa c’è un’umidità che va oltre il 60% e una temperatura media che si aggira intorno ai 24 gradi, allora è matematico che gli acari ci saranno, e anche tanti.

Per questo motivo, bisognerebbe agire eliminando il problema alla radice, riducendo il livello di umidità con un deumidificatore.

Acari del letto e l’habitat ideale

Si parla di acari del letto proprio perché questo è il loro habitat ideale: non c’è luce, la temperatura è ideale aggirandosi tra i 20 e i 25 gradi e c’è un alto livello di umidità; ma, soprattutto, c’è abbondanza di cibo, in quanto come già detto gli acari si nutrono dei detriti della nostra pelle.

Un altro elemento a cui devi prestare attenzione è l’organizzazione stessa della stanza e come i mobili sono predisposti: innanzitutto, è bene eliminare tappeti o tendaggi particolarmente spessi, giochi o peluche, proprio perché anche questi sono un ottimo habitat per il proliferare degli acari; infine, una buona disposizione dei mobili può rendere la pulizia più veloce e al contempo efficace nella lotta agli acari della polvere.

Acari e danni che causano

allergia acariPer quanto gli acari possano essere piccoli e quindi sembrare innocui, in realtà sono in grado di creare danni anche particolarmente rilevanti, soprattutto nei soggetti che ne sono allergici:

  • raffreddore e congestione nasale,
  • starnuti continui, irritazione agli occhi,
  • arrossamento,
  • prurito
  • asma

sono alcuni dei sintomi più comuni.

Essendo il letto un luogo caldo e umido, questo lo rende perfetto per il proliferare degli acari; eliminarli del tutto è impossibile, ma per lo meno si può cercare di limitarne il numero e quindi i danni che ne risultano.

Per intervenire, è possibile richiedere una disinfestazione da parte di un esperto, che nell’immediato può avere degli effetti benefici sulla tua salute, ma comunque non sarà sufficiente ad eliminarli una volta per tutte, perché anzi sarà necessaria una pulizia e una cura continua della casa, prevenendo piuttosto che curando.

Acari del letto rimedi e consigli

Dal momento che non si può fare a meno del proprio letto e nemmeno sconfiggere tutti gli acari che vi si annidano, è fondamentale seguire una serie di accortezze per minimizzarne i danni. Per questo, se sei allergico agli acari della polvere:

 

• Effettua dei veri e propri investimenti nella tua salute, soprattutto scegliendo dei materassi e dei cuscini antiallergici, che contrastano in maniera notevole il proliferare degli acari. Questi particolari modelli, infatti, garantiscono non solo traspirabilità, ma anche un livello maggiore di igiene perché sono realizzati in materiali specifici come i tessuti con l'argento;

Rinnova materassi e cuscini proprio perché col passare del tempo la loro presenza aumenta sempre di più. Basti pensare a tutto ciò che lasciamo nel nostro letto ogni notte: sudore, pelle, cuoio capelluto! Tutto ciò non solo si accumula notte dopo notte, ma è come dare un benvenuto ufficiale agli acari che cercano una casa.

Fai arieggiare la stanza, oltre a materasso e guanciale: anche questo è fondamentale, perché nonostante i materiali specifici scelti, fare prendere aria ai luoghi in cui si dorme è una sorta di mantenimento quotidiano, abbassando l’umidità e il calore accumulati durante la notte. Se è necessario, poi, munisciti anche di un deumidificatore;

Tieni lontano gli animali domestici dal letto: infatti, anche nel loro pelo si annidano gli acari;

Cambia e lava spesso la biancheria del letto: proprio per ridurre al massimo il numero degli acari presenti nel letto, è fondamentale lavare spesso la biancheria in acqua calda che superi i 50 gradi;

• Utilizza degli appositi spray reperibili in farmacia diretti proprio alla pulizia casalinga per rallentare la formazione degli acari.

 

È evidente che gli acari non si possono eliminare del tutto; certo, si possono migliorare le condizioni di vita con alcune accortezze, ma ad ogni modo è fondamentale che tu pulisca la casa periodicamente, prestando particolarmente attenzione alle aree più prolifiche, quali letto, divano, tende o tappeti.

Condividi
Scroll To Top