Ti senti più allodola o gufo?

Sei già attivo alle sei del mattino, oppure rimani sveglio fino alle ore piccole, senza accusare alcuna fatica?


Secondo alcuni ricercatori sembra che il diverso comportamento soggettivo nei confronti del sonno abbia una base genetica: il team scientifico del dipartimento di genetica presso l’università di Leichester ha sviluppato una ricerca su Frontiers Neurology che conferma tale ipotesi, indicando un legame sicuro tra sonno e corredo cromosomico personale.

Questo significa, secondo lo studio, che ognuno di noi nasce con una predisposizione a dormire di più alla mattina (gufo) oppure ad andare a letto presto alla sera (allodola).


Ricordati che la privazione del sonno è causa di molti disturbi, di cui alcuni di notevole gravità, inoltre può portare a focalizzare i propri pensieri soltanto su sensazioni negative, potenziando il cattivo umore.

come svegliarsi presto la mattina

Quali sono i rimedi per svegliarsi presto alla mattina

Con alcuni semplici accorgimenti, ti accorgerai che non è poi così difficile alzarsi presto alla mattina, per sfruttare le prime ore della giornata con maggiore produttività ed impegno.


- Metti la sveglia in una posizione per cui devi alzarti dal letto se vuoi spegnerla.

Avere la sveglia al fianco a l letto fa sì che al momento dello spegnimento sia sufficiente allungare il braccio senza alzarsi, questo comportamento può spingerti a riaddormentarti nuovamente.

Al contrario, dovendoti alzare sarai costretto ad attivare l’apparato locomotore che trasmetterà degli imput funzionali al sistema nervoso centrale, il quale, incominciando la sua attività quotidiana, attiverà tutto il tuo organismo.


- Non posticipare la sveglia una volta che è suonato il primo allarme.

Ormai tutte le sveglie sono dotate della funzione Snooze, che consente di rimandare l’allarme di vari minuti: non cadere in questa trappola, in quanto se inizialmente ti potrebbe sembrare di trarre beneficio da tale meccanismo, in realtà si tratta solo di un’illusione.

Il tuo organismo infatti si è attivato nel momento in cui sente il suono della sveglia, il cervello ha provocato una sintesi “a cascata” di ormoni che hanno bersagliato i vari organi ed apparati per attivarne la funzionalità.


- Imposta la suoneria della sveglia con un motivo che ti trasmette energia.

Un consiglio per affrontare al meglio la giornata è quello di svegliarsi nella maniera migliore, soprattutto ben disposti ad allontanarsi dal letto; questo fatto è realizzabile se ti senti stimolato a seguire le note della tua canzone preferita.

Ricorda che, secondo la Sleep Foundation, gli adulti necessitano di un numero di ore di sonno comprese tra 7 e 9 per ogni notte; infatti al di sotto di tale valore subentra una privazione di sonno che può avere conseguenze di notevole impatto sulla produttività personale dell’individuo.

leggi anche: quante ore bisogna dormire 


- Vai sempre a letto alla stessa ora quando possibile.

Un suggerimento di fondamentale importanza per dormire bene e mantenere un ritmo fisiologico sonno-veglia, è quello di andare a letto sempre alla stessa ora, in quanto il tuo cervello ha bisogno di una notevole regolarità per stimolare il processo di addormentamento.

Ricorda che le notti in bianco causano numerosi disturbi anche di notevole gravità.

Se credi di poter recuperare il sonno perduto con una lunga dormita nel fine settimana sappi che non è la soluzione ideale, poiché il tuo organismo richiede una regolare continuità nelle ore di sonno per mantenere il benessere fisiologico di tutte le sue funzioni.


- Cerca di far uscire dal letto una gamba appena suona la sveglia.

Il primo passo per alzarti è quello di buttare fuori dal letto una gamba non appena la sveglia comincia a suonare.

Questo fatto ti aiuta a riprendere il controllo sul tuo corpo e ad attivare le funzioni organiche dell’apparato muscolo-scheletrico, che è il principale responsabile dell’attività motoria.

Una gamba fuori dal letto, soprattutto con un pavimento freddo e una temperatura invernale, ti può dare lo stimolo nell'alzarti e vestirti in fretta. 


- Illumina immediatamente la stanza da letto non appena suona la sveglia.

Un validissimo suggerimento per svegliarsi presto alla mattina ed incominciare al meglio la giornata, è quello di venire a contatto con la luce.

Come è noto, il sonno viene indotto dalla melatonina, un ormone sintetizzato a livello cerebrale, la cui produzione viene stimolata dal buio. Pertanto durante la notte i livelli di melatonina sono elevati per mantenere lo stato di addormentamento.

Molti esperimenti sui ratti confermano che non appena il cervello viene colpito dai raggi luminosi, immediatamente la sintesi di tale ormone si blocca, allontanando la necessità di dormire.

Ecco perché ti può essere utile aprire immediatamente le imposte della finestra facendo entrare nella camera la luce naturale; se invece ti svegli quando è ancora buio, accendi una fonte luminosa.

 

 

come svegliarsi prestoNonostante che per la maggior parte dei casi rimangano ignote le cause che contribuiscono a rendere l’individuo più efficiente nelle prime ore del mattino, è un dato di fatto che la produttività personale risulta fortemente condizionata da una cattiva qualità del sonno.

 

Questo fatto si concretizza con alcuni comportamenti caratteristici, come la perdita di concentrazione durante la giornata per cui potresti dimenticare alcuni impegni; inoltre il cervello non riposato filtra in maniera anomala tutti gli stimoli come la luce, il rumore, gli odori, i sapori e non è in grado di evitare il sovraccarico di stimolazioni, con il rischio di andare in tilt.


Dormire poco coinvolge anche i processi cognitivi, la conversazione e l’elaborazione di semplici nozioni di base, contribuendo a diminuire il benessere generalizzato del tuo organismo.

Condividi