Il cambio dell’ora quando avviene?

le lancette si spostano di un’ora avanti nell’ultima domenica del mese di marzo, 

mentre si spostano di un’ora indietro nell’ultima domenica del mese di ottobre.

 

Cos’è e a che cosa serve il cambio dell’ora

Il pianeta Terra ha una conformazione particolare, con la sua singolare inclinazione fa sì che i raggi del Sole non incidano in tutti i punti nello stesso modo.

È proprio per questo motivo che dalla primavera all’autunno la parte settentrionale del mondo è esposta ai raggi solari per un arco di tempo superiore rispetto al periodo che comprende autunno e inverno, mentre il contrario avviene nell’emisfero australe.


Queste condizioni geologiche si riflettono in maniera importante sullo stile di vita delle persone, per questo motivo è stata inventata quella che oggi viene definita come ora legale.

cambio dell'ora

L’idea di introdurre l’ora legale, spostando le lancette in avanti in un particolare giorno dell’anno, ha lo scopo di sfruttare al massimo le ore di luce di cui si dispone: in questo modo, si può godere dei raggi solari fino a tarda ora (in alcuni Stati, il Sole tramonta addirittura dopo le 10 di sera).

L’ora solare, invece, è quella che viene adottata durante il periodo invernale, e si basa sull’indicare con le ore 12:00 il momento in cui il Sole raggiunge il punto più alto.

Il cambio dell’ora quando avviene?

Il passaggio da ora solare a ora legale e viceversa avviene in due momenti ben precisi dell’anno:

 

le lancette si spostano di un’ora avanti nell’ultima domenica del mese di marzo,

mentre si spostano di un’ora indietro nell’ultima domenica del mese di ottobre.

 

Comunque, perché si fa il cambio dell’ora e dunque a cosa serve guadagnare un’ora di luce in più in estate?

Il motivo è legato ai consumi elettrici: ogni anno, infatti, con questo sistema si ottiene un risparmio di corrente elettrica più o meno accentuato.
Un sistema simile a quello dell’ora legale era adottato anche più di due secoli fa, in quanto era una convenzione che consentiva ai contadini di organizzare e svolgere in maniera più efficace il proprio lavoro.

Gli effetti negativi del cambio dell’ora

cambio dell’ora quando avvieneCertamente, l’obiettivo di tale cambio, adottato in quasi tutta Europa, è nobile e importante per salvaguardare la salute del pianeta, ma quali effetti ha sull’organismo umano?


Innanzitutto, devi sapere che se è capitato anche a te di avvertire una sensazione strana nei giorni del cambio dell’ora, si tratta di una reazione naturale: l’organismo umano, che svolge alcune attività (come ad esempio quella di dormire) con un certo ritmo può risentire in maniera più o meno accentuata di un cambiamento simile, anche se si tratta solo di 60 minuti.


Una delle prime reazioni del corpo e della mente al cambio dell’ora è l’alterazione del sonno: in seguito al cambio dell’ora, dunque, le persone dormono di meno e male (dal punto di vista scientifico, vi è un’alterazione nella produzione dell’ormone melatonina, che favorisce il sonno), e possono sentirsi affaticate durante la giornata, o addirittura perdere la concentrazione nello svolgimento delle varie attività quotidiane.

Un effetto dell’ora legale, collegato in modo piuttosto diretto a quello precedente è il nervosismo: è fatto noto che chi dorme di meno (oppure dorme male) affronti la giornata successiva con irritabilità e nervosismo, residui dello stress notturno.


L’alterazione del sonno ha delle conseguenze anche sull’appetito e sul mal di testa. Per ciò che riguarda la fame, le reazioni delle persone sono piuttosto discordanti: c’è chi reagisce al “sonno alterato” con un appetito maggiorato, mentre c’è chi mangia nettamente di meno.

Proprio a causa di questi effetti negativi, alcuni Stati membri hanno proposto all’Unione Europea di abolire definitivamente il sistema, che per il momento è ancora in vigore.


Si tratta in ogni caso di condizioni piuttosto comuni, e di sicuro transitorie: se pure tu affronti uno di questi problemi quando c’è il fastidioso cambio dell’ora, di seguito trovi alcuni consigli che possono aiutarti a limitare gli effetti dello spostamento delle lancette.

Scopri quante ore dormire la notte per riposare bene

I consigli da seguire

perchè si fa il cambio dell’oraIl problema più grande del passaggio dall’ora solare all’ora legale è che lo spostamento delle lancette è di ben 60 minuti.

Può sembrare poco, si tratta “solo di un’ora”, ma in realtà ciò influenza il corpo e la mente in modo evidente (da qui deriva la scelta di far avvenire il cambio tra il sabato e la domenica, quando di solito non si lavora).


Se invece il cambio fosse più graduale, il corpo sarebbe in grado di adattarsi meglio alle variazioni.

Uno dei consigli, a tal proposito, può essere quello di preparare il proprio corpo al cambio d’ora, ad esempio impostando la sveglia 20 minuti prima a partire dai giorni immediatamente precedenti quello del cambio. In questo modo, la variazione dell’orologio influenza meno le abitudini.


È stato poi detto che il cambio d’ora è in grado di disturbare il sonno; a tal proposito, è certamente consigliabile dormire in un letto comodo, in questo modo, infatti, si dorme con più gusto e maggiore comodità, il che limita l’influenza del cambio dell’ora.

 

Inoltre, grazie ad alcuni piccoli trucchi è possibile sia agire sulla fame che sul nervosismo. Vi sono infatti alcuni alimenti naturalmente associati al buonumore, grazie alle loro capacità di stimolare la produzione di serotonina, tra cui il cioccolato fondente. Assumere un po’ di cioccolato, dunque, può migliorare l’umore e attenuare l’irritabilità.

Condividi