Per acquistare un materasso di solito ci si concentra soprattutto sui materiali interni, cioè sulla struttura del materasso, che risultano ovviamente una parte fondamentale per le prestazioni funzionali, ergonomiche, di portanza e traspirazione.


Anche il rivestimento svolge un ruolo di primaria importanza in quanto rappresenta la parte più direttamente a contatto con il corpo e pertanto deve possedere determinate caratteristiche.

rivestimento materasso

Tipi di imbottiture per rivestimenti materassi

Tra le varie tipologie di imbottiture per materassi, quelle naturali (come cotone, lana o cashmere) offrono notevoli vantaggi, qui di seguito elenchiamo i principali:

 

Cotone

Le imbottiture che utilizzano il cotone offrono elevati standard qualitativi collegabili alla sua capacità di assorbire l’umidità e di disperdere velocemente il calore accumulato, in modo tale da garantire freschezza e comfort durante il sonno.


Contrariamente a quanto si pensa, i materassi di cotone sono indicati non soltanto in estate, quando le elevate temperature corporee tendono a cedere calore durante il sonno, ma anche in inverno poiché questo materiale contribuisce a mantenere un fisiologico ricambio termico all’organismo.

L’ottima resa climatica delle imbottiture in cotone viene indicata soprattutto per bambini e anziani, la cui termoregolazione spesso non è perfettamente funzionale, in particolare durante le ore notturne.

 

Lana

I materassi artigianali realizzati con lana naturale garantiscono una massima traspirabilità riconducibile alle proprietà di questo materiale che è in grado di non trattenere l’umidità.

La lana inoltre è dotata di caratteristiche anti-decubito, di un’ottimale conducibilità termica e della capacità di mantenere costante la temperatura del materasso.


Se viene utilizzata lana di buona qualità, cardata e trattata con idonee tecnologie, il materasso si mantiene inalterato per diversi anni, garantendo eccellenti prestazioni sia dal punto di vista funzionale, che da quello igienico.

 

Cashmere

Grazie alle sue caratteristiche strutturali il cashmere è in grado di produrre una quantità di calore superiore del 40% rispetto agli altri materiali per imbottiture di materassi, contribuendo e garantire eccellenti prestazioni.


Il cashmere si presenta decisamente più morbido della lana di pecora ed è in grado di assicurare requisiti di isotermicità durante il riposo, per evitare brusche variazioni di temperatura corporea.


Utilizzando questo materiale si ottengono delle imbottiture per materassi di altissimo pregio, che assicurano un comfort assoluto e un piacevole riposo.

Tipi di tessuto per rivestimenti per materassi

Il rivestimento dei materassi rappresenta una componente di fondamentale importanza per assicurare prestazioni, qui di seguito vi elenchiamo le principali degne di nota:

 

Aloe Vera

Le fodere per materassi in aloe vera, oltre a facilitare la traspirazione in maniera fisiologica, si presentano estremamente fresche e pratiche.

I tessuti realizzati con l’essenza di questa pianta offrono performance ideali soprattutto per chi ha pelle sensibile e delicata in quanto favoriscono il normale ricambio metabolico dell’apparato cutaneo.


Su una fibra tradizionale vengono inserite, tramite specifici procedimenti tecnologici, delle microcapsule contenenti l’essenza di aloe vera che, entrando a contatto con l’epidermide, rilascia i benefici principi attivi.


Un rivestimento di questo tipo svolge efficaci funzioni idratanti e lenitive sulla pelle, contribuendo a migliorare la qualità del riposo notturno.

 

Bioceramica con tegnologia a Raggi Fir

I rivestimenti realizzati con tecnologia Fir sono collegati con i raggi infrarossi, denominati anche “luce della vita”; essi infatti sono la principale fonte di energia per qualsiasi essere vivente.


Si tratta dello spettro di luce solare che l’organismo è in grado di assorbire, soprattutto all’alba e al tramonto e che contribuisce a ottimizzare le sue prestazioni funzionali.


Anche il corpo umano può produrre Fir e, maggiore è la quantità di queste radiazioni trattenute dall’organismo, migliore è la qualità della vita.


L’impiego di materiali di questo tipo nella produzione di tessuti si è confermata una scelta ideale per potenziare il benessere fisiologico, soprattutto durante il sonno, in q
uanto viene incentivato il sistema energetico aerobico deputato a produrre energia di pronto intervento al momento del risveglio.


I rivestimenti di questo genere sono dotati anche di un efficace effetto termoregolatore finalizzato a mantenere costante la temperatura corporea.

 

Fibra di carbonio

Nella parte interna del rivestimento si può avere un tessuto in fibra di carbonio, che assicura notevoli proprietà anti-statiche al materasso, di conseguenza svolge al massimo le sue funzioni, migliorando la qualità del riposo notturno.


Il carbonio è un elemento chimico che aiuta l’organismo a scaricare l’energia elettrostatica accumulata durante il giorno, garantendo un sonno rigenerante e più profondo.

 

Fili d’argento

Esistono dei tessuti realizzati con l’inserimento di fili d’argento, sono di grande utilità contro le allergie per la presenza di particella ioniche di metallo in grado di contrastare le reazioni biochimiche collegate al rilascio di istamina (che è la principale molecola responsabile delle manifestazioni allergiche).


Inoltre i fili d’argento si comportano come valida barriera contro numerosi agenti patogeni (batteri, virus e miceti) e contro particelle di polvere e di sporcizia, contribuendo a mantenere il materasso in ottime condizioni dal punto di vista igienico.

Dotati di eccellenti requisiti anti-acari, anti-batterici, anti-polvere e anti-odore, questi rivestimenti garantiscono un sonno rilassato e salutare.

 

Importante:

I materassi meglio acquistarli sfoderabili per consentire una perfetta igiene dei rivestimenti, in quanto il loro ripetuto utilizzo porta inevitabilmente alla necessità di lavarli.

I materassi di ultima generazione sono poi dotati di fiancate fornite di apposite griglie con fascia 3D per la traspirazione di tutta la struttura che, dovendo sostenere il corpo per molte ore, ne assorbe il calore che deve venire necessariamente eliminato.

Condividi